Chicche sfuse

“L’amante di Lady Chat”

ladychat

L’amante di Lady Chat” è un romanzo. Dopo averlo letto ho deciso di pubblicare comunque questa nota di lettura nella sezione “Chicche sfuse” del mio blog perché l’ho trovato un libro rappresentativo di come, non solo in ambiente virtuale, sia forte, soprattutto tra gli amanti, il desiderio di esprimersi in versi e di “regalare” all’altro poesie famose (nel testo si citano, tra gli altri, Baudelaire, Hikmet, Prévert), come se la poesia, talvolta, fosse, in amore e non soltanto, l’unica degna alternativa al silenzio, l’unica messaggera veramente all’altezza del sentimento.

L’amante di Lady Chat“, di Costanza Bondi e Chiara Breschi, edito da Futura e giunto alla seconda edizione, è un libro che puoi scegliere di leggere tutto in una sera (magari proprio rinunciando a una chiacchierata in chat), oppure a più riprese durante la giornata, tenendolo sempre a portata, quasi a ricordare che, ormai, dall’universo virtuale è sempre più difficile staccarsi. In questa storia d’amore, raccontata in uno scorrevole alternarsi di facebookiani “botta e risposta”, si concentrano in modo realistico tutte le peculiarità e le fragilità del mondo virtuale, dove spesso l’altro, di cui non si ha percezione e conoscenza fisica e diretta, diventa una proiezione dei sogni, dei desideri, delle aspettative della persona stessa. Nella narrazione il virtuale diventa allora il punto cruciale di intersezione tra la verità del sentimento (e della sensazione), capace di produrre conseguenze anche importanti sul piano reale della storia, e la dimensione più astratta della letteratura, che filtra in queste pagine attraverso poesie, pagine di racconti, citazioni e perfino parole di canzoni. I due personaggi principali del romanzo infatti vivono le proprie rispettive vite, si scrivono via chat e, come terza dimensione, scrivono di loro stessi. Così facendo, si reinventano prendendo spunto dalle suggestioni stesse del virtuale. Grazie a questa struttura narrativa è proprio l’universo telematico, nella sua fugacità e nella sua parziale impalpabilità, a reggere le sorti dei protagonisti, finendo per determinare effetti consistenti nelle loro vite. Perché questa è, di fatto, l’essenza del virtuale: lo puoi vivere ma non lo puoi afferrare.

Il libro si può trovare nel sito dell’editore e in formato e-book

Advertisements

2 thoughts on ““L’amante di Lady Chat”

  1. La chat spesso cambia il modo di vivere le sensazioni umane più antiche. Ma l’esistenza “reale” ha la sua rivincita, perché certi sentimenti, alla fine, devono diventare carnosi, veri, solidi..

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s