Chicche sfuse / Letture al tavolo / Poetici incontri / Senti senti... / Uncategorized

Un posto per la buona stagione

5 maggio. Data poetica. In questo pomeriggio umbro da Umbrò presentiamo Un posto per la buona stagione, di Sergio Pasquandrea (Qudu Edizioni), raccolta vincitrice del XVI Premio Teglio Poesia.       Ci sono l’autore, gli editori di Qudu Patrizia Dughero e Simone Cuva, e io. Molti ragazzi tra il pubblico ad ascoltare. Il seme … Continue reading

Letture al tavolo / Senti senti... / Uncategorized

Tra l’aria senza forme

“Tra l’aria senza forme“. In questa nuova raccolta di Ada Crippa (Caosfera, 2016), dominano la luce, e l’impermanenza. Condensate nell’immagine della neve. La rima, sempre delicata e attenta, non crea sovrabbondanza, ma lascia al lettore l’idea e la sensazione di una sospensione, più che di una tensione, tra cielo e terra. “Vita incorporea/ contrapposta/ alla … Continue reading

Chicche sfuse / Ti verso due versi / Uncategorized

Trasimeno Panorami e Foto

      Cari amici, ci tengo a presentarvi questa mia nuova collaborazione poetica. “Trasimeno panorami e foto”, volume frutto del lavoro di 74 fotografi che fissano sulla carta i meravigliosi colori e le immagini più suggestive del Trasimeno, accompagnate da “ricami poetici” a  cura mia e di Annalisa Rosi Cappellani. Ideatore e promotore del … Continue reading

Chicche sfuse / Poetici incontri / Ti verso due versi / Uncategorized

Una poesia per l’Umbria al Salone di Torino

Cari amici, mi fa piacere condividere con voi una poesia scritta per la mia terra, e presentata al Salone Internazionale del Libro di Torino, in occasione della performance poetica del gruppo Bertoni.   A presto!   Come amare una madre/ le curve/ i grani folti/ Come amare una madre/ nei suoi piccoli centimetri di troppo/ … Continue reading

Chicche sfuse / Letture al tavolo / Poetici incontri / Senti senti... / Uncategorized

“Sigillo” di Pasquale Ermio

La poesia salverà il mondo? In un certo senso sì, perché riesce a interpretarlo e a farlo dunque vivere, in un dialogo fertile con l’universale e con il divino, grazie al suo potere simbolico ed espressivo, grazie alla sua musica, al suo ritmo, in grado di creare connessioni necessarie tra  l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo. … Continue reading